HOME Notizie Morì schiacciato dai massi confermata la condanna all’Anas
SAPRI: MORì SCHIACCIATO DAI MASSI CONFERMATA LA CONDANNA ALL’ANAS

Articolo tratto da: "Il Mattino"

La Corte di Appello di Potenza conferma la sentenza del Tribunale di Lagonegro sulla morte di Alfonso Bonocore. La vicenda risale al 9 settembre 1998 quando il giovane saprese trovò la morte mentre percorreva la statale 18 da Maratea a Sapri insieme ad altre due persone.
Il destino lo colse mentre si verificò una scossa di terremoto. Fu schiacciato da alcuni macigni staccatisi dalla parete rocciosa.
I giudici hanno rigettato il ricorso di Aniello Vietro - dirigente dell’ufficio Anas opere pubbliche e difesa del suolo di Potenza- che viene imputato di negligenza generica, mancata manutenzione e violazione sulle norme di sicurezza delle strade. In pratica sarebbe stato confermato che la bonifica della parete dei massi già pericolanti avrebbe potuto evitare la tragedia. ma.fo.

News pubblicata il 09-11-2007, letta 5 volte
Segnala questa notizia ad un amico



Altre Notizie di Sapri Naviga Sapri
Immagini di Sapri Attività commerciali a Sapri