Casaletto Spartano
Comune di Casaletto Spartano
Scrivi nel FORUM di Casaletto Spartano
Ultime Notizie a Casaletto Spartano
» Risultati Elezioni Europee
» La corsa solitaria di Scannelli
» Abusava sessualmente della nipote malata, arrestato dai Carabinieri 27enne
» Un arresto per furto di legna

Proverbi di Casaletto Spartano:
u ciucciu se nu fa a cora a tr anni na fa chiu

Soprannomi di Casaletto Spartano:
tillirocco

La Storia

Storia ed info generali

La storia narra che Casaletto Spartano fosse fondato nella contrada “Spartoso’, dove ancora oggi troviamo ruderi di vecchie abitazioni. L’abbandono del vecchio nucleo fu a causa  di un’invasione di formiche. Più logica però è la tesi che a causa della scarsità d’acqua o di violenti terremoti intorno all’anno mille l’Italia la popolazione pensò bene di andar via. Alcuni pensano che Spartano derivi dallo sparto, pianta che cresce in abbondanza in tutto il territorio del Comune. Il primo documento che attesta l’esistenza di Casaletto e quindi di Battaglia, è una pergamena di Don Pedro da Toledo in cui si parla dei concessi ad Isabella Caracciolo sulle terre di Tortorella e i suoi Casali (Battaglia — Casaletto — Vibonati). Nel 1562  i Casali di Casaletto e Battaglia andarono sotto il controllo del Barone don Giovanni Gallotti e rimasero uniti sotto il dominio baronale fino al 1800. Poi i due paesi vennero separati fino al 1810 quando il generale Manees, trovandosi nel golfo di Policastro inviò dei messi al Sindaco di Casaletto per rifornirsi di viveri e alloggi. Il Sindaco un po' per la miseria, un po’ per l’enorme ritardo con cui giunsero i messi del generale, non provvedette subito. Questo venne visto come favoritismo nei riguardi dei Borboni ed il generale ordinò così la fucilazione nella località “campo” del Sindaco ed il raggruppamento dei due paesi in un solo Comune.


Turismo & luoghi di interesse (monumenti, spiagge, chiese,  ecc.)

Il centro storico di Casaletto Spartano è costituito da tante  vie interne che, quasi, sempre non  si possono percorrere con autovetture e la pavimentazione è costituita da selciati di pietra locale. Il paese merita senz'altro una visita; per l'atmosfera genuina. Casaletto Spartano è costituito da due centri abitati che sono: la  frazione Battaglia ed il Capoluogo, più una trentina di contrade, sparse su tutto il territorio di oltre 72 kmq. Casaletto Spartano e Battaglia sono divise dal corso d'acqua Rio di Casaletto e collegate tra di loro con alcuni sentieri. Le popolazioni delle contrade rurali, per raggiungere i due principali centri abitati, si spostavano a piedi percorrendo dei vecchi sentieri. Sempre nel centro storico c’è la Chiesa di San Nicola, costruita nel XII sec. Vanno visitati poi  il Santuario della Madonna dei Martiri, che è meta di pellegrinaggi,  la Cappella di San Giovanni e l'antico ponte lungo Via Pupazzi.


Chiese

Chiesa di San Nicola

Santo patrono S. Nicola   (6 dicembre)



Luoghi di interesse

Museo della civiltà contadina

Palazzo dei Baroni GALLOTTI

Chiesa di S. Nicola di Bari

Cascate alla loc. Capello

Grotta di Mariolomeo

Locanda alla loc.Fortino che ospitò nel 1857 Pisacane e nel 1860 Garibaldi.

Palazzo Menta

Museo contadino

Antica macina di mulino

Oasi del Capello

Monte Vallicorvo

Fontana del capello


"Mulino ru Capillo"  

  Sul mulino del Capello non esistono precise informazioni circa il periodo a cui risale, però si parla della fine del 1800 inizi del 1900.

Il mulino si trova in prossimità del fiume Rio di Casaletto che scorre vicino al centro abitato di Casaletto Spartano. Esso è costituito da una torretta di carico nella quale sgorga una sorgente denominata "Torrente Sorgitore".

L'acqua viene condotta dalle tubazioni all'interno del mulino nel quale  ci sono ancora oggi i macchinari che servivano per la macina. Il mulino ad acqua è costituito da una turbina mossa da una corrente d'acqua che le fa fare  un movimento rotatorio continuo.

 

Le Grotte Carsiche

Nel territorio troviamo grotte carsiche. Le principali sono quelle di Mariolomeo e quelle del Vottarino. Per ora le grotte sono accessibili solo a persone esperte e solo per alcuni periodi dell'anno.


I sentieri

Tra i sentieri più belli occorre  ricordare  il sentiero delle "Rocche" e della Madonna dei Martiri; i pellegrini, con la statua della Madonna lo percorrono dal paese fino al Santuario. 

Il sentiero è lungo 3200 metri partendo dalla località Capello e si arriva alla contrada Cerreta.


Sentiero "Le Rocche"

 Il sentiero è lungo 2640 metri. Si parte dalla località Capello e si arriva sul santuario della Madonna dei Martiri.


Sentiero Capello-Ponte Sottano 

Il sentiero è lungo 1200 metri. Si parte dalla località Capello e si arriva a valle di Casaletto Spartano in prossimità del Ponte Sottano.


"CAPELLI DI VENERE"

Il luogo più rappresentativo del Rio di Casaletto, è  “Il Capello” posto in prossimità di Casaletto Spartano e di Battaglia. La località prende il nome dalla cascata “Capelli di Venere” la cui denominazione deriva dalle particolari forme che l’acqua assume cadendo a gravità. In prossimità del corso d’acqua si trova anche un mulino ben conservato e un vecchio rudere denominato “Sorgitore” che consente la deviazione delle acque in modo che una parte delle acque alimentino il mulino e la restante va a finire nel fiume. Il  Capello presenta anche tutta una serie di percorsi interni che consentono di visitare  vari luoghi panoramici che il corso d’acqua crea lungo il suo tragitto.





Attività Commerciali a Casaletto Spartano

· Alberghi e strutture extra alberghiere » Tenuta Le Cascine

Feste e Manifestazioni

Feste Religiose
Madonna dei Martiri 13/05
Madonna dei Martiri 15/08

Manifestazioni estive
Estate Casalettana (15 agosto- 8 settembre)
Madonna della Speranza (1° settembre) C.da Fortino
Festa della Cuccìa (1° maggio)
Fiera del Capello
Sagra della Trota in Agosto